Mancano due giorni al Black Friday, e l’e-commerce è pronto a confermare il suo ruolo
predominante in questo periodo di acquisti. Basti pensare al Cyber Monday, caduto in
secondo piano proprio a causa della diffusione degli acquisti online.
I dati indicano che gli acquisti fatti online dai consumatori salgono a 22,7 miliardi di euro
nel 2020, con un aumento di 4,7 miliardi in più rispetto al 2019. La situazione
internazionale corrente ha dato un’ulteriore accelerata a questo trend.
Alla luce dei dati raccolti e della domanda di mercato, Da Rold Srl ha deciso di investire
nella logistica per commercio elettronico, la cui struttura e gestione si differenzia dalla
logistica tradizionale.
La logistica in outsourcing per l’e-commerce, infatti, presenta un serie di particolarità
legate soprattutto alla precisione e all’organizzazione della merce. Questo a partire dalla
prima fase di gestione e organizzazione del magazzino, seguita dalla ricezione delle
merci attraverso il checkout, fino ad arrivare all’evasione dell’ordine, grazie ad una
continua attività di controllo e monitoraggio della spedizione.
Quali sono le fasi principali per la supply chain di un e-commerce?
Il processo inizia al momento del checkout dell’utente, che genera un ordine, evaso nel
centro logistico. Questo è il primo passaggio di una catena di attività che porterà in fase
conclusiva all’evasione dell’ordine. Viene predisposta e monitorata la spedizione.
Successivamente all’elaborazione dell’ordine, si passa alla fase di picking, ovvero al
prelievo della merce dagli scaffali. Questo è uno dei passaggi più delicati in quanto a
monte si dovrà predisporre un’organizzazione e strutturazione del magazzino,
attraverso una suddivisione della merce.
Una volta selezionata, la merce verrà processata e imballata insieme alla
documentazione necessaria che accompagnerà il pacco durante la spedizione (fattura e
bolla di accompagnamento), concludendo il ciclo di packing.
L’ultima fase è la spedizione, cuore della logistica e-commerce, che viene messa in atto
al termine della preparazione dell’ordine, assegnando una priorità all’ordine ed
organizzando la lista delle consegne per ottimizzarla, considerando differenti elementi,
come il percorso da percorrere, la quantità di carico, il cliente.
Una volta assegnato il trasportatore e controllato i documenti relativi ai prodotti e i numeri
di colli della spedizione, la merce verrà caricata sul camion. La spedizione sarà poi
monitorata attraverso un servizio di tracking che permetterà di seguire step by step
l’andamento di quest’ultima, fino all’avvenuta consegna al cliente.